me

me
su nome
e su trame
giu so, mi proietto
che su velo di perfetto
di specchi riflessi so in difetto
e nell’immenso scrivere non vedo errori
e nell’infinito non morire scelte rimorsi orrori
di cancelli adornano gomme e penne, un anima tagliafuori

Advertisements