Ciclismo moderno: scatti solo negli ultimi 2-3 KM (sopratutto al tour…)

a

Oggi, 22 Luglio ’16, è finita da poco la 19° tappa del Tour de France che doveva dare qualche chance per il podio a Fabio Aru. Non sono mancati incidenti (è caduto Froome prima dell’ultima salita) che però non hanno permesso di vedere un Tour avvincente. Ormai non solo il Ciclismo moderno non permetta di fare grandi distacchi in salita, ma l’organizzazione del Tour non decide di inserire nell’itinerario della corsa salite imponenti come quelle del Giro d’Italia. Salite con percentuali di pendenza del 8-9% danno la possibilità alle squadre di organizzarsi permettendo di coprire il proprio capo squadra per non fargli prendere vento. Anche oggi si è visto pochissimo spettacolo dove gli uomini di classifica hanno scattato veramente negli ultimissimi metri…

Ormai sono lontani i tempi in cui lo scalatore di classifica dava distacchi di minuti nei confronti dei diretti avversari di classifica generale…

Come se non bastasse quest’anno il team Sky è mostruosamente superiore alle altre squadre non permettendo di vedere il minimo spettacolo agonistico.

Onore comunque ad a Fabio Aru e al suo team Astana che hanno provato comunque ad accendere la gara e a fare la differenza…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s