L’enigma Kierkegaard

trapezunzio

I pochi lettori di questo blog e dei miei libri avranno forse capito che fra i filosofi che più mi colpiscono c’è anche Soren Kierkegaard. Per questo il romanzo a lui dedicato, L’uomo dell’istante, scritto da Stig Dalager, suo connazionale, ed edito da Iperborea, mi ha attratto subito verso l’acquisto.
Volevo provare a vedere se qualcuno fosse riuscito a risolvere l’enigma rappresentato da quest’uomo complicato, o comunque valutare una possibile nuova chiave di lettura. Dalager è molto accurato nel suo racconto, molto attento, ha a disposizione tutti gli scritti del filosofo, uno degli autori danesi più noti al mondo e li usa abbondantemente. Anzi spesso sembra che l’analista prenda il posto del romanziere e che l’io narrante non sia una voce neutra fuori campo ma chiaramente quella di Dalager che scartabella testi, che spulcia libri. Per inquadrare personaggio e periodo storico diciamo che siamo a Copenaghen a metà Ottocento…

View original post 545 altre parole