Fishmarket

dominique cameron

dsc_1475-2

Edge of the harbour, Pittenweem. Mixed media on paper 56cm x 26cm

View original post

Advertisements

Nietzsche: LA VISIONE E L’ENIGMA sull’Eterno Ritorno

Scorribande Filosofiche

Risultati immagini per la visione e l'enigma

LA VISIONE E L’ENIGMA
I. Quando tra i marinai si diffuse la voce che Zarathustra era sulla nave – con lui infatti era salito a bordo un uomo che veniva dalle isole Beate – nacque grande curiosità e attesa. Ma Zarathustra tacque per due giorni, freddo e sordo di melanconia, sì da non rispondere né agli sguardi né alle domande. Alla sera del secondo giorno, però, egli riaprì le sue orecchie, sebbene tacesse ancora: si potevano infatti udire molte cose insolite e pericolose su questa nave, che veniva da lontano e andava ancor più lontano. Zarathustra, a sua volta, era un amico di tutti quelli che fanno lunghi viaggi e a cui non piace vivere senza pericolo. Ed ecco che, a forza di ascoltare, gli si sciolse la lingua e si ruppe il ghiaccio intorno al suo cuore – allora cominciò a parlare così:
A voi, temerari della ricerca e…

View original post 1,510 more words

Castelli nella nebbia

Il mio giornale di bordo

CastelliCastelli

di tempi lontani
sovrastano
terreni spogli
li dove solo
la nebbia
domina
incontrastata
quell’ambiente
oramai abbandonato
vi è la voglia
di un cambiamento
che venga da dentro
dalle pietre
dalla propria storia.

Antonio De Simone

Eng_Castles
Castles
of distant times
overlook
bare land
They where only
the fog
dominates
unopposed
that environment
now abandoned
there is the desire
for a change
that comes from within
from stones

View original post

Isole

" Vola alta parola"

sassu-aligi-cavalli Aligi Sassu, Cavalli

Isole

Isole noi eravamo,

per caso emerse

a riveder le stelle

e ci ricongiungeva la risacca

come l’alta marea

che ci stringeva lieve.

Eravamo due fiamme

in un duplice amore,

complicato e potente,

nato da una scintilla

che incendiò tutto il cielo;

il vento ci spegneva

e la pioggia lavava

quel che d’amor restava;

ma più profondo il mare

segnava la distanza

e giocava col cuore.

Senza posa la lotta

per amarci ogni giorno,

senza posa il bisogno

di cercarci per sempre;

forse così è l’amore

che ci scalda.

Marisa Cossu

View original post