Lo scandalo di Asia Argento: da paladina a violentatrice.

jimmy1

Domenica 23 Settembre è andata in onda la prima puntata 2018-2019 di ‘Non è l’Arena‘ (suLA7) , condotto da Massimo Giletti.

Non poteva mancare un argomento di scoop. E così alla prima puntata, dopo aver parlato di politica con l’ospite (in collegamento) Matteo Salvini, si è passato a parlare dello denuncia del giovane Jimmy Bennett nei confronti di Asia Argento per una violenza subita (dal giovane attore americano!!)

Dopo mezz’ora Bennett ha anche affermato di non sentirsi a suo agio perché Giletti ha portato la trasmissione su un brutta piega. Sebbene si possa discutere su tale cosa, certo è che Giletti ha sfruttato il giovane attore americano per aprire la nuova edizione della sua trasmissione con una vicenda molto seguita, sulla quale per altro Giletti ha difeso sempre e comunque Asia Argento facendosi paladino di patriottismo e cavaliere verso la donna, sebbene questa volta i ruoli sono totalmente (e inusualmente) ribaltati.

Nella trasmissione è stato mandato in onda anche un intervento (registrato) di Marco Travaglio che difende senza molti giri di parole l’attrice Italiana. Cosa abbastanza insolita per il giornalista del Fatto Quotidiano, che generalmente è sempre un giurista impeccabile e questa volta si è lasciato andare a degli arronzamenti giuridici sostenendo che Jimmy Bennett avrebbe compiuto 18 anni dopo qualche mese e che comunque risulterebbe difficile la meccanica della violenza per uomo, oltre che al danno morale. Travaglio comunque conclude la sua difesa dicendo che si può non essere d’accordo sulla sua tesi lasciando trapelare che la sua sia solo un azione dettata più dal buon senso e dal cuore e non dalla legge.

Domenica sera prossima (30 Settembre ’18) Asia Argento sarà in trasmissione da Giletti per dire la sua.

Aldilà di quello che dirà l’attrice italiana a sua difesa, per scagionarsi anche da complicazioni lavorative (considerando che rischia la conduzione di Xfactor come giudice, oltre che alla sua carriera futura) risultano strane molte cose. Per qualche motivo rimanere in silenzio fino ad ora quando se ne sono dette di tutti i colori?! Sebbene la vicenda possa essere tutta una montatura di Bennett per colpire ad esempio il genere femminile in un momento in cui lo scandalo di Weinstein aveva scandalizzato tutta l’america, e quindi essere stato pressato a fare una denuncia su un ipotetica pseudo violenza, la difesa di Asia Argento rimane imbarazzante: sesso a pagamento, sotto ubricatura, sotto potere lavorativo, e fingendosi la paladina del movimento metoo per la violenza sulle donne.

Ad oggi infatti gli unici ad aver preso la difesa di Asia Argento sono stati i giornalisti e i fan oltre al padre che ha preso parola soltanto negli ultimi giorni. Oltre questo il nulla più totale.  E l’invito dell’attrice Italiana sembra sempre più un ancora di salvezza per non perdere la partecipazione a Xfactor come Giudice.

Un pensiero su “Lo scandalo di Asia Argento: da paladina a violentatrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...