OGGI E’ SAN FRANCESCO D’ASSISI ed intanto il silenzio disarmante della Chiesa e di PAPA Francesco: …sul dominio dell’Europa dei banchieri sullo spread.

Papa Francesco
Oggi è San Francesco d’Assisi – Dio non voglia che si debba sconfiggere la povertà con il solo motto evangelico: “Non si vive di solo pane…”

Basta poco per far salire lo spread: basta che qualcuno dell’unione europea o della banca centrale parli e subito l’indice dello spread si impenna e/o anche l’indice della borsa è a ribasso.

E’ una catena che blocca l’Italia in qualsiasi manovra che porti un cambiamento… La Francia e gli altri paesi europei riescono a fare manovre sforando con il deficit e l’Italia invece è ancorata ai timori di ripercussioni economiche. E’ qualcosa di unico al mondo. E’ incredibile che una manovra che dovrebbe ridare dignità al paese e ai poveri (che ormai sono più di 6 milioni) non riesca a trovare il consenso di banchieri, investitori e ovviamente dei membri dell’unione europea.

Lo spread è diventato un termometro che viene visto per interesse, curiosità, propaganda, pubblicità…etc.

Ma la chiesa non fa nulla… anzi è in totale silenzio a differenza degli anni passati quando prendeva la voce per dare consigli anche di parte.

Oggi è San Francesco e si spera di non sconfiggere la fame con il solo motto evangelico “Non si vive di solo Pane”

Perché di Santi che riescono a vivere nella povertà se ne contano sul palmo della palmo!

 

Advertisements

L’arresto di Mimmo Lucano: un falso idolo preso come modello!

MimmoLucano
Mimmo Lucano – Sindaco di Riace: arrestato per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Combinava matrimoni tra italiani e clandestini

Mimmo Lucano, sindaco del comune di Riace in provincia di Reggio Calabria è stato arrestato con l’accusa di favoreggiamento all’immigrazione clandestina il 2 Ottobre.

Una notizia che divide ancora di più chi combatte il tema dell’accoglienza.

Non sono pochi i volti noti che hanno difeso il sindaco calabro. Tra tutti spicca Roberto Saviano noto scrittore che combatte la camorra scrivendo rivelazioni suoi suoi libri.

Ma anche altri hanno difeso il sindaco, tra cui Sgarbi, Laura Boldrini (e altri del PD…) Beppe Fiorello e Don Pietro Sigurani.

 

Ma la vera assurdità è che quest’uomo, per quanto abbia il diritto di difendersi con i mezzi giudiziari che, ad oggi non hanno ancora definito una pena ma soltanto il momentaneo arresto domiciliare, venga paragonato a miti dei diritti civili come Nelson Mandela.

Un esempio eclatante è il giornalista Vittorio Zucconi, che sul suo profilo twitter ha fatto un vero e proprio paragone con il mito sudafricano.

Qui la differenza è abissale, non solo perché Nelson Mandela ha lottato per la propria patria ma perché Mimmo Lucano oltre ad aver commesso un reato penale ha commesso anche un reato morale. Infatti combinava matrimoni (non uno solo, come ha voluto far credere per salvare una sua amica) per far rimanere i clandestini in Italia.

Mimmo Lucano inoltre non è accusato solo di un reato ma di molti associati al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Inoltre E’ indagato da più di un anno e questo smonta la tesi di chi sostiene che sia una caccia alla streghe del Governo con la Lega.