L’allenatore giusto per la Juve…

logoJuve

Dopo l’addio di Allegri la scelta al nuovo allenatore della Juventus ha scatenato un vero e proprio tormentone nel cacciare il degno successore. Si sono fatti molti nomi in questi giorni: Simone Inzaghi, Pochettino, Deshamps, Sarri, Guardiola. Quest’ultimo sembra il successore più accreditato. Infatti secondo un indiscrezione dell’AGI (agenzia di stampa) Guardiola avrebbe già deciso e firmerebbe il 4 giugno.

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/23-05-2019/agi-si-sbilancia-accordo-juventus-guardiola-giallo-tante-smentite-3301858367787.shtml

Indipendentemente se la Juventus abbia già deciso o no il successore, Guardiola, vincitore della Premier League con il Manchester City è per molti l’allenatore giusto. Infatti dopo aver speso centinaia di milioni di euro per prendere Ronaldo vale la pena prendere anche un Allenatore che sappia costruire una squadra vincente e semmai iniziare un nuovo ciclo di vittorie, sperando di vincere questa benedetta Champions League…

Le Elezioni Europee (26Maggio’19): … un traguardo che potrebbe illudere!

elezioni-europee-2019

Il 26 maggio si terranno in tutta italia le elezioni europee per votare i nostri politici che ci rappresenteranno al parlamento europeo. Una tappa molto importante, sopratutto in considerazione dell’andazzo degli ultimi anni, nei quali l’Italia è stata succube del peso politico di altri paesi europei, primi fra tutti la Germania e la Francia. Molti partiti hanno riposto molte risorse per questa tappa, facendo grandi campagne elettorali in tutta Italia, come Matteo Salvini, che stando fino ad ora ai sondaggi sembrerebbe il partito con le migliori chance. Il vice Premier Salvini infatti ha fatto un vero e proprio tour in tutta Italia. Sebbene però le elezioni europee siano importante non c’è da dimenticarsi che questa tappa europea potrebbe dare possibilità ai partiti che arriveranno secondi, affermando il principio di alternanza della Politica. Non dimentichiamoci infatti che alle europee del 2014 Matteo Renzi riuscì ad arrivare ad un consenso del 40% vedendosi poi 3 anni dopo distruggere quanto aveva creato nei primi anni e rimanendo a mani vuote nel parlamento italiano, forse quello conta di più…

 

Mi metto comunque le istruzioni per il voto di Domenica:

 

COME SI VOTA ALLE EUROPEE

L’elettore esprime il suo voto in una scheda di colore rosso. L’elettore esprime il proprio voto tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta. È possibile esprimere fino a un massimo di tre preferenze, scrivendo il nome e il cognome o solo il cognome nelle apposite righe poste a fianco del rettangolo che contiene il contrassegno della lista
votata, (cognome e nome nel caso ci siano candidati omonimi). Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. Non è ammessa
l’espressione del voto con indicazioni numeriche. I voti di preferenza si esprimono scrivendo nelle apposite righe, tracciate a fianco e nel rettangolo contenente il contrassegno della lista votata, il nome e cognome, o solo il cognome dei candidati scelti, compresi nella lista medesima. In caso di stesso cognome tra i candidati, va scritto nome e cognome.

Tormento & J-Ax – Acqua su Marte

 

TESTO

Quando tutto non va come vorrei
Quando mi hanno detto “non ce la farai”
Quante lotte in casa con i miei
Quando prendi le tue cose sbatti la porta e te ne vai
Infrangere la barriera del suono
Perdere serve a crescere
E diventare un uomo
Adesso mi perdono tanti sbagli
O non ti godrai i traguardi
Mi dicevano dai
Come farai senza il diploma
Ci pensi mai
Che poi la vita è un’altra scuola
È formidabile
E stan parlando alla TV, han trovato l’acqua su Marte
Tutto è possibile
La notte in giro selvaggi, gli amici miei
Quando su una cabrio sembra di volare
Ci hanno sbattuto fuori con un sei
La scuola è tutta da dimenticare
Per chi come noi viaggia più veloce
Fuori dai limiti dalle tue logiche
Dalle illusioni, dalle convenzioni
Dai tuoi sondaggi sulle generazioni
O no, Ax?
Hai ragione frate bella Torme
Ricordi la birra al centro sociale le bombe
Nella città piena di luci noi tra le ombre
Senza sonno, senza soldi, senza SUV, senza donne
Amarcord tra i punk a rappare in console
Non andavamo via come i graffiti sul metrò
Varese era il New Jersey, Milano New York
Vedevamo la realtà virtuale prima di oculus go
Cazzate a secchi, non avessi
Consumato le mie prime Jordan a fare i canestri
Nei parchetti
Le rivenderei per 5K a ‘sti stronzetti, servi del reselling
Noi altri esempi, coi fan d’altri tempi
Che ci chiedevano un freestyle e non un selfie
Altro che sexting, ho perso la verginità con sotto un pezzo di Mariah Carey
Mi dicevano dai
Come farai senza il diploma
Ci pensi mai
Che poi la vita è un’altra scuola
È formidabile
E stan parlando alla TV han trovato l’acqua su Marte
Tutto è possibile
Allora è tutto possibile
Allora è tutto possibile
Allora è tutto possibile
Quando non va come vorrei
Allora devo accelerare
Hai dimenticato chi sei
Che casino riuscire a cambiare
Se ora ripenso ai miei
Quanti errori devo farmi perdonare
Mi dicevano dai
Come farai senza il diploma
Ci pensi mai
Che poi la vita è un’altra scuola
È formidabile
E stan parlando alla TV, han trovato l’acqua su Marte
Tutto è possibile
Allora è tutto possibile
La notte in giro selvaggi, gli amici miei
Allora è tutto possibile
Quando sono a casa sembra di volare
Ci hanno sbattuto fuori con un sei
Compositori: Massimiliano Cellamaro / Alessandro Aleotti
Testo di Acqua su marte © Universal Music Publishing Group

Splendida canzone dei THE KOLORS: Pensare Male…

ecco una delle più belle hit di maggio 2019 delle radio italiane…

TESTO

A volte fisso lo specchio e penso che
Ho fatto quasi trenta anni e non è un granché
Ho i tuoi vestiti qui da me
E ricomincia la guerra delle spunte blu
Si è fatto tardi e mi sa che non esco più
Tanto risponderai alle tre
Non c’è più serata in giro e chiami tu (chiami tu)
Non c’è più nessuno che ti fa
Pensare male di me
Ma in fondo non sai se crederci veramente
Pensare male di me
Anche quando non vuoi poi fai finta di niente
Lascia un vestito da me così domani potrai
Avere ancora la scusa
Per ritornare da me ma in fondo non vuoi
Andare via veramente
Pensare male di me
Pensare male di me
Calpesterò le tue rose pensando a te
Resterò fuori stanotte e non so perché
Negli occhi degli altri vedo te
Mi bevo il cuore in un angolo della città
Un ubriaco mi grida sei splendida
Vorrei che fosse la verità
Ma invece mi sento così fragile
Per me sempre così facile
Perdere la testa
Ti dico di andar via ma vorrei dire resta
Non c’è più serata in giro e chiami tu (chiami tu)
Non c’è più nessuno che ti fa
Pensare male di me
Ma in fondo non sai se crederci veramente
Pensare male di me
Anche quando non vuoi poi fai finta di niente
Lascia un vestito da me così domani potrai
Avere ancora una scusa
Per ritornare da me ma in fondo non vuoi
Andare via veramente
Pensare male
Pensare male
Pensare male di me
Pensare male
Pensare male
Pensare male di me
Pensavo che è sempre più facile allontanarsi
È sempre più facile dimenticarsi
E invece siamo qui coi rimorsi, ci diamo i morsi
Sulla tua pelle bianca voglio scivolare
Nella notte sembra di volare
Sinceri non lo siamo stati mai
Sorridi e te ne vai
Pensare male di me
Ma in fondo non sai se crederci veramente
Pensare male di me
Anche quando non vuoi poi fai finta di niente
Lascia un vestito da me così domani potrai
Avere ancora una scusa
Per ritornare da me ma in fondo non vuoi
Andare via veramente
Pensare male
Pensare male di me
Pensare male
Pensare male di me
Pensare male
Pensare male
Pensare male di me
Pensare male
Pensare male
Pensare male di me
Compositori: Antonio Fiordispino / Alex Fiordispino / Daniele Mona
Testo di Pensare Male © Universal Music Publishing Group