VASTO: alla ricerca del luogo per la data alternativa al JOVA BEACH PARTY annullato del 17 agosto! Montesilvano in testa su Fossacesia!

jova
JOVA BEACH PARTY è l’EP uscito nel Giugno 2019 con il lancio del singolo LA NUOVA ERA. JOVA BEACH PARTY è anche l’omonimo tour di Jovanotti del 2019 che lo vedrà esibirsi tra luglio e agosto in molte località d’Italia

Il 17 Agosto doveva esibirsi Jovanotti a Vasto, che avrebbe rappresentato una delle date che componevano il tour del JOVA BEACH PARTY. Dopo l’annullamento del concerto annunciato solo pochi giorni prima della data dell’esibizione, la delusione ha attanagliato sia i fan – molti dei quali avevano comprato anche il biglietto – e sia chi sperava che l’evento avesse potuto portare benefici alla città, che sicuramente avrebbe aumentato le entrate delle casse del comune con le migliaia di persone che avrebbero invaso la spiaggia vastese.

Recriminare sul passato irreversibile serve a poco ma un analisi sulle conseguenze che avrà questa decisione è doverosa perché l’amministrazione comunale potrebbe pagare a caro prezzo i consensi nelle prossime elezioni che avverranno tra due anni, nel 2021.

Oltre al danno morale ed economico ai fan, che avevano comprato il biglietto e si vedono costretti ad utilizzarli per altri eventi del tour JOVA BEACH PARTY – o se impossibilitati chiedere il rimborso o anche a rivenderli – c’è anche il danno economico perché l’evento era per molti una spinta propulsiva, sopratutto in un anno in cui sia Vasto che l’Abruzzo in generale ha visto per la prima volta un calo dei turisti rispetto alle altre località d’Italia.

L’annullamento dell’evento è avvenuto per ragioni di sicurezza perché l’esibizione di Lorenzo Chierubini (alias JOVANOTTI) si sarebbe svolta sul lungomare, in via duca degli Abruzzi, con conseguente blocco della statale 16 situata proprio in parallelo al lungomare.

La faccenda rende perplessi, sia per l’esito ma anche per le modalità con le quali è accaduto il tutto perché fino agli ultimi giorni era in bilico la decisione che per mesi è stata incerta, provocando una pioggia di critiche dai fan e dai cittadini Vastesi.

L’evento del 17 agosto Agosto è stato rimpiazzato dal concerto di Alex Britti tenutosi il 16 Agosto, giorno di San Rocco. Infatti originariamente doveva essere questa la programmazione dell’amministrazione comunale, che ogni anno si impegna a chiamare un artista di rilievo per festeggiare la giornata di San Rocco, tipica festa vastese, oltre a quella si San Michele Arcangelo.

La serata ha fatto registrare migliaia di persone anche se assolutamente imparagonabile alla portata dell’evento che si sarebbe tenuto con Jovanotti.

In questi giorni si sta tentando di trovare un luogo nel quale svolgere il concerto che si sarebbe dovuto tenere a Vasto.

I luoghi di cui si fanno i nomi sono FOSSACESIA e MONTESILVANO.

Per Fossacesia l’evento si concretizzerebbe su un prato sintetico che verrebbe messo sulla spiaggia di ciottoli nell’area a sud del della “Galetta”.

A Montesilvano l’evento si svolgerebbe il 7 settembre. E proprio in questi giorni si stanno svolgendo le prove per la messa in sicurezza dell’area interessata. Proprio Jovanotti in un post su facebook ha incitato tutti affinché si realizzi l’evento  di Montesilvano. L’area scelta per il concerto va da Bagni Bruno a Sabbia d’Oro e che tutto il lungomare di Montesilvano sarà chiuso al traffico, con precisione da Via Arno ai grandi alberghi.

Chiaramente Montesilvano è la città più fattibile per la realizzazione del concerto.

Per il rimborso dei biglietti potete consultare il seguente sito:

https://www.tridentmusic.it/news/vasto-da-giovedì-22-agosto-al-via-i-rimborsi-i-biglietti-potranno-essere-utilizzati-anche-per-la-grande-festa-finale-di-settembre.html

Advertisements

Italian Government: Prime Minister Conte resigns

conte

During the meeting held in the Senate Giuseppe Conte harshly criticized Matteo Salvini in his speech and announced his resignation after his speech.

Matteo Salvini, deputy premier and interior minister, responded during his speech that he has no regrets about everything he did in the 14 months of the yellow-green government.

During the last few months, however, something has broken and the agreement with the Lega (Salvini) and  M5S (Luigi Di Maio) has not worked anymore.

However, each party accuses the other of treason the irrefutable truth is that of Matteo Salvini and the league wanted to create the crisis to go to the elections because the polls give it to almost 40% when instead at the beginning of the legislature it arrived with difficulty at 20%.

The construction of the TAV (high speed train) that could connect Italy (Piedmont) with France (Lyon) has been repeatedly rejected by the five-star movement. The Lega used this disagreement as a pretext to break the coalition.

During these months of government many concrete things have been done such as the 100 share for the pension, the income of citizenship and the security decree that in addition to favoring the legitimate defense puts many restrictions on the landing of migrants, a very real topic, to which the Italy probably never gave the right weight, although it was always penalized geographically.

The fight against illegal immigration is a workhorse of the Lega, and on which it has gained many of the current consents.

We still don’t know how the future will evolve but the certainty is that in the autumn there will be elections. The M5S could ally with the PD and this could imply a fundamental role on the new political lines.