I NO TAP bruciano le schede del partito M5S: falsità!

no-tap
in occasione della manifestazione dei notap alcune persone hanno bruciato le bandiere dei grillini… ma alcuna tessera del partito, perchè il movimento non rilascia alcuna tessera ma solo la registrazione online…

La decisione del movimento cinque stelle di non bloccare i lavori del gasdotto (TAP) a Lecce ha fatto infuriare molti sostenitori del notap incitandoli a bruciare le schede elettorali e le bandiere del movimento cinque stelle.

Molti hanno dichiarato nelle interviste di essere stati delusi e traditi dagli esponenti del movimento cinque stelle che prima dell’elezioni avevano promesso di non continuare i lavori il gasdotto.

La motivazione dei pentastellati di non bloccare i lavori sarebbe nella presenza (presunta) penale di 20 Miliardi della mancata realizzazione dell’opera.

I delusi che hanno dichiarato di essere stati traditi non hanno bruciato alcun tessera di partito perché il movimento non rilascia alcuna tessera ma ci si iscrive soltanto online sulla piattaforma Rosseau.

Ci tenevo a precisare questa cosa come l’ha precisata qualche esponente del Movimento.

ISAT: terzo trimestre 2018 con PIL a zero: possibile?

istat
L’istat afferma che il PIL del terzo trimestre 2018 è a zero… manco se il governo si fosse messo d’impegno a fare male sarebbe riuscito in un impresa del genere…

Secondo l’ISTAT la crescita del paese (Prodotto interno lordo, PIL) si sarebbe interrotta nel terzo trimestre dell’anno, segnando un clamoroso zero.

Ora, per quanto si possa avere fiducia nell’ISTAT, che è l’istituto nazionale di statistica, verrebbero i dubbi persino al più interressato di parte.

Perchè al mese di Agosto (sul quale si fa la media a metà del terzo trimestre) sarebbero trascorsi soltanto due mesi di Governo, e resta difficile immaginare come il Governo abbia potuto combinare un arresto del genere senza per altro neanche realizzare una voce della manovra che viene definita da molti come un periocolo dell’economia del paese.

Trump vuole abolire lo IUS SOLI e il PD e la sinitra italiana che lo vogliono adottarlo…

trump-iussoli
In una recente intervista il presidente americano ha annunciato di voler porre termine allo ius soli secondo il quale qualunque bambino nato su territorio americano diventa di fatto cittadino americano.

Lo IUS SOLI è una condizione giuridica (di principio internazionale comune) che impone che ogni bambino prende la cittandinanza del luogo in cui è nato.

La legge attuale deli Stati Uniti d’America deriva da un’interpretazione del 14° emendamento che recita: «Tutte le persone nate o naturalizzate negli Stati Uniti e soggette alla loro giurisdizione sono cittadini degli Stati Uniti e dello Stato in cui risiedono».

Trump, secondo quanto dichiarato in una recente intervista, vorrebbe eliminare lo IUS SOLI perchè la definisce una condizione ridicola ed oggi è abusata. In effetti sono pochi gli stati al mondo oltre agli Stati Uniti ad adottare questo tipo di diritto.

Trump vorrebbe eliminare lo IUS SOLI per evitare che entrino immigrati nel paese provenienti dall’America Centrale e in particolar modo dal Messico, sul quale il presidente Americano si è scagliato più volte dicendo di alzare i muri.

Se l’America sta provvedendo all’eliminazione dello IUS SOLI (che è un caso raro quanto unico al mondo) il PD e la sinistra hanno ricominciato a parlarne per proporlo in parlamanento proprio in un periodo bollete in cui riecheggia ancora la tragedia di Desiree, nella quale i migranti o la politica di immigrazione viene vista sicuramente come un fardello per l’Italia.

In particolar modo il partito che si è proposto per la discussione alla camera è LEU (LIBERI E UGUALI) che ha come prima firmataria Laura Boldrini.

Firenze, studenti calano nell’Arno il manichino di Salvini… proprio ora che riecheggia la tragedia di Desirée

arno-salvini
immagine del manichino di Salvini gettato nel fiume Arno a Firenze

Proprio in questi giorni in cui la tragedia di Desirée riecheggia in Roma e nell’intero paese e sulla quale Salvini fa la voce dura per lo scandalo dei migranti lasciati entrare nel paese dal governo PD, i sostenitori dell’opposizione e probabilmente anche di Renzi si esibiscono in uno scandaloso e indecoroso spettacolo nel quale calano nell’Arno il manichino di Salvini.

Ovviamente è risaputo che Firenze e gran parte della Toscana è l’ultima roccaforte in cui c’è ancora un amministrazione del PD nella Regione. Infatti la penultima a cedere il posto alla Lega è stato il Trentino Alto Adige.

Legittima Difesa: approvata alla camera la modifica della legge per difendersi da chi entra nella propria abitazione.

LegittimaDifesa
Matteo Salvini davanti Palazzo Chigi per manifestare affinché sia approvata la modifica sulla legittima difesa che consentirà a chiunque di difendersi nella propria abitazione.

Oggi, Mercoledì 24 Ottobre, è stata approvata alla camera la modifica della legge sulla legittima difesa che consentirà di difendersi contro chiunque faccia irruzione nella propria abitazione, e poterlo anche sparare volendo…

Una legge che l’opposizione ha contestato come l’irrompere del far west… ma che stranamente poi ha votato nel momento decisivo per farla passare alla camera…

Questa legge è stata fortemente voluta da Matteo Salvini, che sin dall’anno scorso si è battuto affinché venisse fatto un atto di giustizia nei confronti dei malcapitati che vengono derubati o assassinati nella propria abitazione, garantendo quindi la sacralità della propria dimora oltre che della propria proprietà.

 

Sondaggi Politici del 23 Ottobre

sondaggi

Gli ultimi sondaggi condotti da SWG danno in netto “recupero” il Movimento cinque stelle che si riporta quasi al 30%… gli altri partiti invece hanno variazioni poco significative considerando che i sondaggi commettono sempre degli errori decimali approssimabili quindi alla lievi variazioni che si possono avere durante le settimane o i mesi…

L’Unione Europea boccia la manovra economica dell’Italia: 3 settimane di tempo per riformularla.

UEbocciamanovra
Pierrè Moscovici (presidente della commissione europea degli affari economici) ha definito la manovra economica non in linea con i parametri dell’unione Europea!

L’Unione Europea ha bocciato la manovra economica dell’Italia. Una bocciatura prevedibile considerando le parole di Pierrè Moscovicidel, Presidente della Commissione Europea degli affari economici degli ultimi giorni, rilasciate proprio a televisioni italiane e trasmesse in esclusiva da alcuni emittenti.

Ora l’Italia avrà 3 settimane di tempo per riformularla e presentarla all’unione europea.

Aldilà delle motivazioni più o meno economiche che hanno portato alla bocciatura, le anomalie sono molte considerando che la Francia ha sforato i parametri UE per ben 9 anni consecutivi. Una posizione quella della Francia del tutto privilegiata considerando che il presidente del parlamento europeo Junker ha detto che la Francia può sforare perché è la Francia… come se noi fossimo l’ultimo paese in una classifica in cui la Francia è prima.

Quella della bocciatura è una manovra che si gioca anche sui ruoli e sui pesi politici che gioca l’Europa sull’Italia e sul continente. Infatti l’Europa dall’inizio di questo governo è stata più volte messa in discussione sopratutto da Salvini, prima ancora di presentare la manovra economica. Le risposte dei parlamentari europei alle politiche anti-europeiste dei nostri politici sono che nella nostra penisola si incentiva a far crescere nuovi piccoli Mussolini. Quindi il timore non sarebbe solo quello economico ma anche di autorità di un Paese che vuole staccarsi dei vincoli europei.