Valencia-Atalanta will be played behind closed doors tonight

champions

The Champions League resumes tonight and Valencia Atalanta will be played but behind closed doors, with the stadium empty. Unusual training this morning, in which the players greeted each other by touching their elbows. From the point of view of the outcome, this is the most interesting game because Atalanta this year not only plays the champions league but could even reach the quarterfinals.

The challenge between Valencia and Atalanta will be broadcast live exclusively by Sky

This is the second race in history between these two teams, which had never faced each other before the first leg. The one played against Valencia at San Siro was also the first match for Atalanta against a Spanish club. This game ended 4-1 in favor of the Nerazzurri, who only managed to score four goals in a single European match in the 1990/1991 UEFA Cup round of 32 against Fenerbahce. In addition, with this result, Atalanta also became the third team to score four goals in the first knockout game played in the Champions League after Manchester United in 1996/1997 and Valencia in 1999/2000. Only four teams managed, in the return match, to overturn a passive of 3 or 4 goals in previous 36: two of these are Spanish, Deportivo La Coruna against Milan in 2003/2004 and Barcelona against PSG in 2016/2017. Valencia lost their last home game against an Italian team: 0-2 with Juventus in 2018.

Atalanta played only one game after the first leg against Valencia, winning 7-2 at Via del Mare against Lecce.

Champions League round of 16 draw

EL55rLRXkAA9Jl1

On Monday 16th the draws for the Champions League knockout rounds took place in Nyon (Switzerland), in addition to those of the Europa League. For the champions there were some very interesting draws in terms of clashes between teams.

The most balanced matches are: Chelsea-Bayern, Atletico-Liverpool, RealMadrid-ManchesterCity, on which it is difficult to make a prediction.

Probably the team that had the most favorable (lucky) draw was Juventus who will play Lyon. Even Tottenham was lucky, meeting Leipzig, which on paper is perhaps even easier than Lyon. Barcelona will meet Napoli, which although it is a difficult team, is certainly not a big danger. The atalanta, the Italian team that for the first time arrived in the Champions League and even in the round of 16, will meet Valencia. This will be a very interesting game. In theory, Valencia is favored which, as is the case in Spanish tradition, will be very difficult, but it is not certain that it will win.

The favorite teams for the Champions League final victory are surely Manchester City and Barcelona. Real and Juve have a good chance, in addition to PSG. The other teams will have a hard life.

LA NOTTE MAGICA DELLA JUVE: sperando che la gente non si ricordi di essere tifosa solo dopo i miracoli sportivi…

Juve Atletico
Cristiano Ronaldo con la sua esultanza (simile a quella di Diego Simeone) dopo il Gol contro l’Atletico Madrid

Dopo una nottata magica passata davanti alla TV con Sky di casa sono andato a dormire soddisfatto di un impresa miracolosa della Juve con una rimonta difficilissima.

Grazie alla tripletta di Ronaldo la Juve accede ai quarti di finale, dove si spera questa volta abbia un sorteggio più fortunato… considerando che l’Atletico era una delle squadre più forti.

Oggi a ora di pranzo sono andato all’edicola del centro e TUTTI I QUOTIDIANI SPORTIVI ERANO FINITI. Mi domando: ma la gente si ricorda di essere tifosa solo quando vince la squadra e compie questi miracoli? Anche io compro il giornale in occasioni speciali… ma assistere alla pubblicazione dei post su whatsapp di gente che consideri morta sportivamente è allucinante.

Ad ogni modo si è assistito a una conversione planetaria della gente verso la squadra bianconera. Infatti vedendo i tanti video pubblicati su youtube sulle azioni più salienti della partita ho visualizzato centinai di commenti che elogiavano CR7 e la squadra che hanno cominciato a simpatizzare per entrambi…

Una cosa è certa: CR7 si dimostra molto più forte di Messi perché fare imprese di questo genere con squadre italiane e dir poco difficile se confrontate con gli altri campionati, dove le partite e il gioco è molto più semplice.

Aldilà dell’esito della Champions (che io spero nel migliore dei modi…) è stata una Notte Magica!!!

CR7 esordisce in Champions con la Juve con un espulsione ingiusta: surreale!

Tears CR7 with Juve
Tears CR7 with Juve

Valencia Juventus del 19 Settembre 2018 è l’esordio in Champions League per Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus. Non poteva andare peggio… espulsione diretta dopo 29′ di gioco per un episodio di lite con l’avversario.

Il fallo (o il gesto) è completamente inesistente! E anche un interpretazione diversa darebbe al cartellino giallo una punizione severa per un intervento come quello del fuoriclasse portoghese, figuriamoci il rosso: decisione completamente sbagliata sotto ogni punto di vista.

Dopo l’estrazione del cartellino rosso, CR7 è scoppiato in lacrime gridando all’arbitro NADA (in spagnolo niente) per indicare che non aveva fatto assolutamente niente. Con 10 uomini la Juventus riprova a giocare, sperando che l’arbitro non combini un’altra delle sue. Ma i colpi di scena non finiscono qui perché dopo l’espulsione assurada piovono sul campo da gioco la bellezza di tre rigori, fortunatamente 2 a favore della Juve che le permettono di vincere il match, seppur in 10 uomini.

Anche se la vittoria porta con se un addolcimento dell’amarezza dell’espulsione (che rimane ingiusta in qualsiasi caso) il problema dell’autorevolezza nel panorama internazionale rimane un problema: e ci auguriamo che non sia un segnale che anche questa volta episodi arbitrali possano influire negativamente sul cammino della vecchia signora, come accadde l’anno scorso in più di una partita ed anche con lo stesso Real Madrid.

L’episodio è stato commentato da granparte dei giornalisti di RAI1 che l’hanno definita sbagliata, esagerata, ingusta… e spesso ci si trova a dover affrontare anche i dubbi dovuti alla perplessità dell’accaduto perché la cosa è talmente surreale da domandarsi perché abbia deciso questo l’arbitro (o meglio l’asistente di porta). L’assistente di porta è un certo Fritz mentre l’arbitro è il tedesco Felix Brych. Ad oggi purtroppo il VAR (la tecnologia che aiuta gli arbitri per gli episodi dubbi) oltre al campionato italiano, è stata adottata solo dalla FIFA e non dalla UEFA che organizza invece tornei per club.

Ovviamente tutti i quotidiani e i siti sportivi italiani hanno riportato l’eclatante ingiustizia, anche se i più l’hanno velata dalla cofortante vittoria. I quotidiani spagnoli invece come marca o come el mundo hanno del tutto ignorato lo scandaloso episodio anzi hanno giustificato l’epulsione per dei presunti episodi precedenti a quello in questione, più volte redarguiti dall’arbitro.

Che dire più?!

ALLUCINANTE