New Graphic Interface of Twitter Desktop

tw

Twitter is distributing a new desktop client design that adds new customization options and an optimized browsing experience. The new interface has been made available to testers in recent months, however in the coming days it will be extended to all users. Compared to other changes in design there is a difference: the transition to the new one will be mandatory, and it will no longer be possible to select the old one.

The biggest and easiest to notice difference is in the upper navigation bar, which has been moved to the left column: here we find the links for the main screen of the service, for notifications, for the Explore section, for private messages, for favorites and more. The company wrote that the Explore tab was picked up by the mobile app to present the user with more live video and personalized local trends.

Private messages have also been revised, with conversations and sent messages that are merged in the same window. The desktop experience now introduces several themes and color settings, including two new options for dark mode.

tw

Libra: the new Cryptocurrency created by Facebook. BCE criticism

facebook-libra

According to the last statements of last month, for the next year the new cryptocurrency created by facebook could come out and could create a real revolution because it could allow developing economies, which lack banking systems, to fully exploit the currency of facebook for purchases of basic necessites.

. Cryptocurrency should be supported by Calibra but will also contribute to many other companies that will form a real association.

In recent days, however, the criticism has arrived from some members of the ECB (the European central bank) stating that the cryptocurrency of facebook are a bunch of absurdities and the financial maneuvers are without regulations.

Even the US state has taken the initiative, asking facebook and other partner companies to suspend the development of the stablecoin.

 

librassociation

librareserve

calibraapp

Novità Whatsapp: pubblicità, QR code del profilo e modalità scura.

PUBBLICITA’

La novità probabilmente più significativa è quella dell’introduzione futura della pubblicità negli intermezzi di visualizzazione delle storie pubblicate. Sarà molto simile alle inserzioni pubblicitarie già presenti su instagram.

 

MODALITA’ SCURA

Altra novità degna di nota è quella dell’introduzione della modalità scura che renderà la schermata di whatsapp nera. Ovviamente ci saranno altre opzioni: Night, Night Blue, Day Classic e Day.

 

QR CODE

Sarà inoltre possibile creare il proprio QR CODE associato al proprio profilo, molto utile se si vuole inserire il code in bigliettini o altre pagine da visita e tramite lo scan reindirizzare sul proprio num di tel.

 

ORDINE DEI CONTATTI

Questa novità è molto simile a una funzione presente già in Telegram, cioè quella di ordinare i contatti in base all’uso più frequente.

Nuova sezione sulla piattaforma Rousseau: ‘TALENTI’ per candidarsi come supporter al Movimento5Stelle

v
PiattaformaRouseeau del Movimento 5 Stelle: a Giugno è disponibile la nuova sezione ‘Talenti’ per candidarsi ad un ruolo professionale aperto.

Da pochi giorni, e precisamente dal 12Giugno è stata inserita nella piattaforma Rousseau la nuova sezione per candidarsi ad una eventuale posizione aperta per supportare dal punto di vista professionale alcuni ruoli per il Movimento Cinque Stelle.

Sicuramente una sezione innovativa e diverse dalle altre già presenti sulla sezione, che seppur numerose non avevano niente a che vedere con questa introdotta.

Se sia una mossa strategica per la sopravvivenza del Movimento o per il consenso degli elettori o dei nuovi iscritti non si sa. Sicuramente è una mossa che da un senso professionale nella praticità della manutenzione della piattaforma che più volte è stata criticata.

Staremo a vedere

https://rousseau.movimento5stelle.it/main.php

 

9Giugno’19 > Elezioni Comunali Campobasso: Ballottaggio GRAVINA (M5S) – D’ALESSANDRO (LEGA)

Campobasso – Ballottaggio per le elezioni comunali 2019: Roberto GRAVINA (M5S) – Maria Domenica D’ALESSANDRO (LEGA) [foto di quotidianodelmolise.com]
Il 9 Giugno 2019 si terrà a Campobasso un ulteriore elezione per scegliere al ballottaggio il nuovo sindaco di Campobasso, per affermare la vittoria del candidato vincente che non era riuscito a prendere il 50% dei voti alla prima tornata di elezione.

Gli sfidanti sono Roberto Gravina del Movimento 5 Stelle e Maria Domenica D’Alessandro della Lega. In un certo senso sono delle elezioni particolari perché potrebbero conferire per la prima volta alla città di Campobasso un sindaco donna. Un fatto su cui ha fatto leva nella campagna elettorale degli ultimi giorni proprio il candidato donna D’Alessandro dichiarando che “la città merita un sindaco donna”, un ragionamento non proprio ortodosso nell’ottica del programma politico.

 

ALLEANZE E CONFLUENZE DEI VOTI

I voti del PD dovrebbero confluire per la gran parte in quello del movimento cinque stelle e quindi per Gravina, stando sia a quanto dichiarato da alcuni esponenti del PD molisano sia alle posizioni politiche. Sebbene infatti a livello Nazionale La Lega si sia unita con il M5S (o viceversa se preferite…) in ambito regionale l’alleanza non ha trovato un rapido riscontro sia per la linea politica locale differente e sia perché la Lega si è presentata in coalizione con altri partiti per poter aggiudicarsi quanto meno l’arrivo al ballottaggio. Inoltre il voto disgiunto ha consentito di porre il voto al candidato sindaco e ad un differente partito di lista (con l’eventuale preferenza dei consiglieri comunali) che rende la previsione di vittoria molto difficile da avanzare.

I voti quindi di Maria Domenica D’Alessandro potrebbero confluirsi anche nel movimento cinque stelle se per esempio chi l’ha votata inizialmente prevedeva di dare il voto ad un partito di coalizione che non rispecchia però le piene politiche della LEGA.

Per quanto riguarda invece il partito IO AMO CAMPOBASSO, la voce ufficiale del partito è quella di astenersi o comunque non prendere una precisa posizione. La motivazione risiede nel fatto che mentre la loro posizione politica è più vicina a quella del PD e di conseguenza al M5S, la convenienza è però una vittoria della destra che consentirebbe di portare quantomeno il candidato sindaco (LIBERANOME) come consigliere al comune. In caso di vittoria del M5S infatti, ioamocampobasso non riuscirebbe a portare neanche un candidato sindaco in comune.

 

COME SI VOTA 

Rispetto alle elezioni del 26 maggio, il voto del ballottaggio è semplice ed è difficilissimo sbagliare. Infatti non essendoci alcun voto disgiunto è possibile apporre una croce su uno dei due lati (liste) corrispondenti ai due consiglieri sindaci.

Non è possibile inserire alcun nome sulla scheda ad eccezione di quello di uno dei candidati Sindaci che servirebbe solo a rafforzare il voto della croce per cui meglio evitare di inserire nomi che potrebbero portare solo confusione e quindi limitarsi a inserire una croce sul lista del candidato sindaco da scegliere.

Nell’eventualità di uno sbaglio nella votazione il candidato ha diritto di richiedere una sola scheda oltre a quella iniziale che gli si consegna normalmente. 

 

SCHEDE INFORMATIVE SUI DUE CANDIDATI SINDACO

 – Roberto Gravina

Classe ’77, nato a Roma, è un avvocato civilista di Campobasso. Inizia la carriera politica con il movimento nel 2012 per poi presentarsi alle comunali nel 2014 come candidato sindaco, nelle quali perse il ballottaggio per pochissimi voti con il precedente sindaco (Antonio Battista) che riuscì a prendere il 50% soltanto per una cinquantina di voti. Riuscì ovviamente a entrare come consigliere al comune fino alla fine della legislatura (2014-2019)

 

 – Maria Domenica D’Alessandro

Classe ’61, nata a Benevento, è Avvocato con diploma di specializzazione delle professioni legali alla Luiss. La sua esperienza politica inizia a Torella del Sannio, dove ha ricoperto l’incarico di presidente del consiglio comunale dal 2007 al 2012. Nel 2018 invece si presenta con FRATELLI D’ITALIA per le elezioni al Senato nelle quali non riesce ad essere eletta. Nel 2019 passa alla LEGA e si presenta come Sindaco della coalizione di destra.

 

ULTERIORI INFO

Dopo le elezioni del 26 Maggio c’è stato un totale caos nella comunicazione dei voti delle comunali di Campobasso perché erano stati sbagliati sia alcuni conteggi da parte della prefettura che le comunicazioni. Per cui alle ore 21.00 del 27 maggio era stata data la comunicazione che il M5S avrebbe vinto il ballottaggio, con conseguente conferenza stampa di sconfitta del sindaco uscente Battista; poi la notte e la mattina seguente era stata data la clamorosa rimonta del sindaco uscente per poi tornare sui propri passi e confermare di nuovo la vittoria del movimento cinque stelle. Tecnicamente è stato un vero e proprio errore di comunicazione e non di conteggio perché – contrariamente a quanto successe nelle comunali del 2014, dove per pochi voti ci rimise proprio il M5S con Gravina – i voti di scarto di questa elezioni 2019 sono la bellezza di un migliaio.

Ecco di seguito i risultati delle comunali del 26maggio per il candidato SINDACO:

 

 

La vittoria del sindaco da di diritto ai 2/3 dei consiglieri previsti per il consiglio comunale della città che nel caso di Campobasso (che viene classificata come città superiore ai 30mila abitanti) sono previsti 30 consiglieri. Per cui il sindaco vincente darebbe alla lista associata 20 consiglieri (cioè 2/3 di 30) mentre la rimanente percentuale sarebbe divisa dai partiti rimanenti in base alla percentuale di voti di lista acquisiti nella prima tornata di elezione.

C’è da precisare che il primo partito di lista è il M5S, che nonostante si sia presentato senza alcuna coalizione, ha raggiunto il 22,4%. Al secondo posto invece il PD (al 16,1%) seguito da Popolari per l’Italia (15,1%) e Lega Salvini (10,5%).

 

Legislatura BATTISTA (2014-2019)

Gli ultimi 5 anni di amministrazione comunale sono stati pressoché fallimentari (secondo molti opinionisti) per il semplice fatto che il servizio dei trasporti pubblici è completamente alla deriva. Per non parlare del fatto che nel mese di maggio 2019 c’è stata una emergenza per la mancanza di medici in Molise al punto da dover richiedere al Governo di Roma i medici dell’Esercito. La sanità ovviamente era già conosciuta come il nodo dolente perché fu già commissariata nel 2016.

Inoltre i partiti che dovrebbero rappresentare i cittadini hanno perso ogni senso di identità e moralità perché ben 11 consiglieri del centrosinistra, di cui 3 componenti della Giunta, sono passati nelle file del centrodestra.

Diverso è il discorso per il M5S. Roberto Gravina ha l’aria di essere un politico dall’animo puro. In più il suo gruppo (M5S) costituito dai 4 consiglieri uscenti è stato grossomodo sempre sull’onda dell’opposizione denunciando i tentativi di lobbing e proponendo una gran quantità di emendamenti e controproposte, nonostante durante gli anni della legislatura il movimento 5 stelle sia stato sempre isolato dal punto di vista delle alleanze e del dialogo politico.

 

RISULTATI VOTI CONSIGLIERI

https://quotidianomolise.com/app/uploads/2019/05/Campobasso.pdf

https://quotidianomolise.com/app/uploads/2019/05/Comunali-2019-Preferenze-per-sezioni.pdf

 

LINK UTILI:

http://www.repubblica.it/static/speciale/2014/elezioni/comunali/campobasso.html

https://elezioni.repubblica.it/2019/elezioni-comunali/molise/campobasso

https://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_comunali_a_Campobasso

 

HiddenWasp: scovato un Virus per i sistemi LINUX

 

linux

Qualcuno rimarrà perplesso o qualcun’altro meno se non crede ai miti… perché probabilmente un po è venuto a mancare il mito di Linux che negli ultimi giorni è stato preso dall’assalto di un virus chiamato HIDDENWASP, che è in realtà è un MALWARE o meglio dire un’intera suite malevola che include un trojan, un rootkit e uno script di distribuzione.

Una società di sicurezza informatica (INTEZER) ha scoperto una nuova backdoor su sistemi Linux non rilevata da 59 sistemi antivirus. Ma purtroppo la scoperta è stata fatta con netto ritardo rispetto all’immissione sulla rete del malware che probabilmente risalirebbe all’inizio aprile; ora quindi risulterebbero decine di migliaia di sistemi già infetti senza nessuna difesa.

HIDDENWASP E’ in pratica un trojan usato per controllare in remoto i sistemi infetti e quindi può far eseguire file di sistema a totale insaputa del malcapitato. Gli autori del trojan per la sua creazione hanno usato parti di codice di altri progetti ormai open-source come Mirai, Azazel e Winnti. Sembra, peraltro, che HiddenWasp abbia diverse similitudini con alcuni malware usati dagli hacker cinesi, ma per adesso non questo non è ancora sicuro e l’attribuzione è molto complessa. Mancano, infatti, alcuni elementi essenziali come il vettore iniziale d’infezione, da cui si potrebbero estrapolare dati importanti.

Il modo in cui la minaccia è distribuito è distinto – i file vengono caricati su un indirizzo di VirusTotal contenente le stringhe di una società cinese. I dati in sé sembra essere ospitato su un server situato a Hong Kong. Ma anche la tecnica di distribuzione esatta al momento non è nota. La più probabile origine è che il malware viene scaricato da un host già compromesso utilizzando un comando di hacker o automatizzato.

Ignacio Sanmillan di INTEZER ha scritto: “I malware per Linux potrebbero introdurre nuove sfide mai viste su altre piattaforme. Il fatto che questo malware riesca a passare inosservato dovrebbe suonare come campanello d’allarme per l’industria di sicurezza, in modo che quest’ultima possa allocare maggiori sforzi e risorse per il rilevamento di queste minacce”.

Per sapare maggiori dettagli potete andare sulla pagina ufficiale dell’azienda di sicurezza che ha scovato il malware

https://www.intezer.com/blog-hiddenwasp-malware-targeting-linux-systems/

 

L’allenatore giusto per la Juve…

logoJuve

Dopo l’addio di Allegri la scelta al nuovo allenatore della Juventus ha scatenato un vero e proprio tormentone nel cacciare il degno successore. Si sono fatti molti nomi in questi giorni: Simone Inzaghi, Pochettino, Deshamps, Sarri, Guardiola. Quest’ultimo sembra il successore più accreditato. Infatti secondo un indiscrezione dell’AGI (agenzia di stampa) Guardiola avrebbe già deciso e firmerebbe il 4 giugno.

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/23-05-2019/agi-si-sbilancia-accordo-juventus-guardiola-giallo-tante-smentite-3301858367787.shtml

Indipendentemente se la Juventus abbia già deciso o no il successore, Guardiola, vincitore della Premier League con il Manchester City è per molti l’allenatore giusto. Infatti dopo aver speso centinaia di milioni di euro per prendere Ronaldo vale la pena prendere anche un Allenatore che sappia costruire una squadra vincente e semmai iniziare un nuovo ciclo di vittorie, sperando di vincere questa benedetta Champions League…