La polemica su Fedez-Ferragni per lo spreco di cibo al supermarket affittato…

fedez-ferragni
Chiara Ferragni e Fedez sono stati accusati di sprechi sul cibo nel supermercato affittato per celebrare il compleanno del cantante rap.

Il 15 Ottobre Fedez ha compiuto 29 anni e la moglie Chiara Ferragni per fargli una sorpresa ha deciso di affittare il 23 Ottobre un supermercato per celebrare la festa di compleanno invitando altri amici. Le foto della festa sono state pubblicate su instagram e in pochissimo tempo centinaia di persone si sono scagliate contro il cantante, accusandolo di spreco del cibo.

Il Rap Italiano si è dovuto difendere sostenendo che aveva lanciato solo un panettone e una foglia di lattuga, che mangerà portandole a casa. Inoltre ha ribadito che le numerose polemiche scagliate dai fun e non, ha rovinato irrimediabilmente la festa, portandolo a manda via i suoi amici e mostrando sui social che il negozio era perfettamente integro.

Probabilmente una polemica insaporita dall’ultima eclatante notizia di Chiara Ferragni che vende l’acqua (evian) con il suo marchi per la cifra di 8.00€ (otto euro!!) a bottiglia…

Advertisements

OGGI E’ SAN FRANCESCO D’ASSISI ed intanto il silenzio disarmante della Chiesa e di PAPA Francesco: …sul dominio dell’Europa dei banchieri sullo spread.

Papa Francesco
Oggi è San Francesco d’Assisi – Dio non voglia che si debba sconfiggere la povertà con il solo motto evangelico: “Non si vive di solo pane…”

Basta poco per far salire lo spread: basta che qualcuno dell’unione europea o della banca centrale parli e subito l’indice dello spread si impenna e/o anche l’indice della borsa è a ribasso.

E’ una catena che blocca l’Italia in qualsiasi manovra che porti un cambiamento… La Francia e gli altri paesi europei riescono a fare manovre sforando con il deficit e l’Italia invece è ancorata ai timori di ripercussioni economiche. E’ qualcosa di unico al mondo. E’ incredibile che una manovra che dovrebbe ridare dignità al paese e ai poveri (che ormai sono più di 6 milioni) non riesca a trovare il consenso di banchieri, investitori e ovviamente dei membri dell’unione europea.

Lo spread è diventato un termometro che viene visto per interesse, curiosità, propaganda, pubblicità…etc.

Ma la chiesa non fa nulla… anzi è in totale silenzio a differenza degli anni passati quando prendeva la voce per dare consigli anche di parte.

Oggi è San Francesco e si spera di non sconfiggere la fame con il solo motto evangelico “Non si vive di solo Pane”

Perché di Santi che riescono a vivere nella povertà se ne contano sul palmo della palmo!