NEW SINGLE: Tommaso Paradiso – Ma lo vuoi capire?

 

April is a prolific month for Tommaso Paradiso because after the single released a few days ago, in which he sings with Elisa in the song “andrà tutto bene“, dedicated to the hope for the coronavirus, another single comes out: “ma lo vuoi capire?” . The single was released today 17th April, and all radio stations are broadcast by the song, which at the moment, however, is without video clip. This song will probably accompany us until the beginning of summer ..

 

LYRIC

Mi diverto
solitamente dopo le 18
la mattina invece, be
la mattina è quello che è
sono a letto
che cerco il pensiero giusto
per mettermi le scarpe
e muovermi nel mondo

Cos’è
che hai?
perchè scappi via così in fretta

Oh, ma lo vuoi capire?
che senza di te
pure il vino buono sa di aranciata
e che la notte non sa di niente
non prende gusto
neanche il suono del piano
il rumore dei pini
l’odore del sole

Oh, ma lo vuoi capire?
si o no
che senza di te
trascino male anche la spesa
che la marcia non entra
e la chiave non gira
e che questa sera
è solo un’altra sera
che piove, che piove, che piove
un’altra sera
che piove, che piove, che piove
oh no?

2020-03-10
Sono incerto
non so se sia alba o tramonto
scendere le scale o
o rimanere sdraiato in salotto
cos’è
che hai?
Perchè non mi guardi neanche

Oh, ma lo vuoi capire
che senza di te
pure il vino buono sa di aranciata
e che la notte non sa di niente
non prende gusto
neanche il suono del piano
il rumore dei pini
l’odore del sole

Oh, ma lo vuoi capire
si o no
che senza di te
trascino male anche la spesa
che la marcia non entra
e la chiave non gira
e che questa sera
è solo un’altra sera
che piove, che piove, che piove
un’altra sera
che piove, che piove, che piove

E se torni ci guardiamo pure un film
di quelli che fanno piangere
e se ti va poi ci spariamo pure un drink

Oh, ma lo vuoi capire
che senza di te
pure il vino buono sa di aranciata
e che la notte non sa di niente
non prende gusto
neanche il suono del piano
il rumore dei pini
l’odore del sole

Oh, ma lo vuoi capire
si o no
che senza di te
trascino male anche la spesa
che la marcia non entra
e la chiave non gira
e che questa sera
è solo un’altra sera
che piove, che piove, che piove
un’altra sera
che piove, che piove, che piove

♫ Andrà tutto bene – Elisa & Tommaso paradiso

 

E allora ciao
Come sta la tua città
Come è vuota, com’è sola
E stendi le lenzuola

E allora ciao
almeno il cielo è già
più pulito e trasparente
si vede oltre le stelle

Ritornerà
l’abbraccio tra la gente
il sole sulla pelle tornerà
la libertà
di correre per strada
baciarsi alla fermata
e a un tratto
guardarsi negli occhi per poi dire

Andrà tutto bene,
andrà tutto bene,
guardarsi negli occhi per poi dire
andrà tutto bene,
andrà tutto bene
lo so

Allora ciao
la tua voce è musica
riempie questa stanza
colma la distanza

Non dirmi ciao
resta ancora qui perché
questa notte è un po’ più scura
il silenzio fa paura

Ritornerà
l’abbraccio tra la gente
il sole sulla pelle tornerà
la libertà
di urlare ad un concerto
come abbiamo sempre fatto
a un tratto
guardarsi negli occhi per poi dire

Andrà tutto bene,
andrà tutto bene,
guardarsi negli occhi per poi dire
andrà tutto bene,
andrà tutto bene
guardarsi negli occhi per poi dire
che andrà tutto bene,
andrà tutto bene
guardarsi negli occhi per poi dire
andrà tutto bene,
andrà tutto bene
lo so

(Andrà tutto bene
andrà tutto bene
andrà tutto bene
andrà tutto bene
andrà tutto bene
andrà tutto bene
andrà tutto bene
andrà tutto bene
ciao Elisa
andrà tutto bene)

Dire
andrà tutto bene,
andrà tutto bene
guardarsi negli occhi per poi dire
andrà tutto bene,
andrà tutto bene
guardarsi negli occhi per poi dire
andrà tutto bene,
andrà tutto bene
guardarsi negli occhi per poi dire
andrà tutto bene,
andrà tutto bene
lo so

Andrà tutto bene
andrà tutto bene
andrà tutto bene

♩ ♪ ♫ ♬ Tommaso Paradiso – I nostri anni

 

♩ ♪ ♫ ♬

 

Lyric

Eravamo così belli o almeno ci sembrava
Ed un giorno normale era sempre un giorno speciale
Con la riga di lato e sogni oltre l’aldilà
Facevamo le conte, i pensieri nel dettato
E le notti studiare canto e matematica
Con le spalle scoperte e la musica di mamma e papà
Roma, il sistema solare e il cuore chiuso nella pelle
Cosa, cos’è che ci fa sentire ancora sulle stelle?

Ma è chiaro che siamo noi
Ma è chiaro che siamo
I biscotti inzuppati nel latte
Con i discorsi dopo mezzanotte
E ci ridiamo ancora
E ci piangiamo ancora qua

Mannaggia la Befana
Ma quanto ti ho voluto bene
Te ne voglio sempre di più
Se chiudo gli occhi vorrei crollarti addosso
Roma, le fontane scheggiate, Alberto Sordi nelle tempie
Cosa, cos’è che ci fa sentire polvere di stelle?

Ma è chiaro che siamo noi
Ma è chiaro che siamo
I biscotti inzuppati nel latte
Con i discorsi dopo mezzanotte
E ci ridiamo ancora
E ci piangiamo ancora qua
E non c’è un’altra cosa più vera
E più bella di questa
Fanculo tutto, questi sono i nostri anni
I nostri anni
Questi sono i nostri anni
I nostri anni
Questi sono i nostri anni
I nostri anni
Questi sono i nostri anni
I nostri anni
Questi sono i nostri

I biscotti inzuppati nel latte
Con i discorsi dopo mezzanotte
E ci ridiamo ancora
E ci piangiamo ancora qua
E non c’è un’altra cosa più vera
E più bella di questa
Fanculo tutto, questi sono i nostri anni

I nostri anni
Questi sono i nostri anni
I nostri anni
Questi sono i nostri